Giannetto Bravi - “1965-1975” - curated by Francesco Fossati

Categoria: News
Pubblicato Sabato, 30 Aprile 2011 00:04
Scritto da Super User
Visite: 2271

inaugurazione Sabato 30 aprile 2011 ore 18.30

Giannetto Bravi, Valige Bravi (portacatene), 1971, Metallo brunito con catena lucida, 23x22x5 cm

Giannetto Bravi, Valige Bravi (portacatene), 1971, Metallo brunito con catena lucida, 23x22x5 cm

Studio Apeiron è lieto di presentare la personale di Giannetto Bravi intitolata “1965-1975”. In mostra sono presentati alcuni tra i più rappresentativi lavori realizzati dall'artista nei primi dieci anni della sua attività. Un gruppo eterogeneo di lavori che evidenzia l'attenzione di Bravi alle ricerche sperimentali del periodo, ponendo le basi per lo sviluppo successivo del suo lavoro e creando opere di seminale importanza che, osservate a quarant'anni di distanza dalla loro realizzazione, sono in grado di mostrare la lucidità con la quale l'artista ha saputo analizzare gli avvenimenti socioculturali avvenuti alla fine degli anni '60.

Artista poliedrico è sempre stato in grado di guardare al di fuori degli stretti confini dell'arte visuale, le sue opere infatti sconfinano nel campo del design, della moda, dell'oreficeria, del merchandising e raramente sono realizzate con materiali e tecniche propriamente artistiche. Nei primi anni della sua carriera l'artista ha sperimentato i più svariati media, dalla pittura alla scultura, dagli interventi di pubblic-art (anche se all'epoca non si chiamavano ancora così) alle performace e dalle azioni alla mail art.
I primissimi lavori di Bravi sono una serie intitolata Verifiche, composta da un gruppo di opere pittoriche di derivazione optical realizzate con colori luminescenti, in questo modo l'artista fonde l'esperienza percettiva delle ricerche Op del centro Europa e dell'America Latina con l'esperienza e l'uso dei colori della Pop Art di stampo anglosassone e statunitense ed è proprio su queste contaminazioni che si basa il lavoro dell'artista, nella sua capacità di far dialogare tecniche, stili, culture, pratiche e procedimenti differenti. Un processo di tipo inclusivo che va ad aggiungere importanti elementi al linguaggio delle arti visive e che merita di essere riscoperto attraverso questa piccola “retrospettiva” che è stata organizzata e curata da Dario Brivio e Francesco Fossati.

fino al 5 giugno 2011
da mercoledì a sabato
dalle 16.30 alle 20.00

Studio Apeiron
A. via Roma 47, Macherio 20846 (MB)
M. +39 339_1436401
E. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
W. www.studioapeiron.it

www.giannettobravi.it/

Giannetto Bravi, Valige Bravi (portacatene), 1971, 25 pezzi, metallo brunito con catena lucida, 23x22x5 cm (lunghezza catena 6 m)  cad.; 25 pezzi, metallo brunito con catena brunita, 23x22x5 cm (lunghezza catena 6 m), Installazione al Centro Apollinaire, Milano

Giannetto Bravi, Valige Bravi (portacatene), 1971, installazione al Centro Apollinaire, Milano

Giannetto Bravi, Performance su un possibile utilizzo delle valige, Centro Apollinaire Milano (1971/05), Sequenza fotografica Mimmo Jodice

Giannetto Bravi, Performance su un possibile utilizzo delle valige, Centro Apollinaire Milano (1971/05), Sequenza fotografica Mimmo Jodice

Giannetto Bravi, VERIFICA N.8, Tela, colori luminescenti ad acqua, 120x160 cm, 1966

Giannetto Bravi, VERIFICA N.8, Tela, colori luminescenti ad acqua, 120x160 cm, 1966

Giannetto Bravi, LA COULOIR DE M.LLE ANNA, 1986, Appliques con interruttore, carta da parati a roselline, riproduzione incorniciata del pittore G.BONACINO su compensato, 130x100 cm

Giannetto Bravi, LA COULOIR DE M.LLE ANNA, 1986, elementi elettrici, carta da parati e riproduzione incorniciata del pittore G.BONACINO su compensato, 130x100 cm

Giannetto Bravi, EMERSIONI 1, 1976, Tela, 39 cartoline stesso soggetto, 70 x 50 cm

Giannetto Bravi, EMERSIONI 1, 1976, Tela, 39 cartoline stesso soggetto, 70 x 50 cm