Shortlisted at Como Contemporary Contest 2014

Categoria: News
Pubblicato Domenica, 21 Settembre 2014 13:51
Scritto da Super User
Visite: 1643

Inaugurazione mostra finialisti: venerdì 17 ottobre ore 18.00
S. Pietro in Atrio, Via Odescalchi 3, Como

sometimes I think about Pyongyang (Detail)

La giuria – composta da Giacinto di Pietrantonio, critico d’arte e direttore della GAMeC di Bergamo, Rachele Ferrario, storico e critico d’arte contemporanea, docente all’Accademia di Brera, Luigi Ratclif, segretario GAI, Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, Mimmo Totaro, artista e coorganizzatore di Miniartextil Como, Francesca Testoni, coordinatrice del concorso presso l’Assessorato alla Cultura ed esperta in arte contemporanea – ha vagliato 313 candidature, giungendo a una selezione di 20 artisti, con opere che spaziano dalla pittura alla fotografia, dall’installazione/scultura alla video arte e al libro d’artista.

Niccolò Angeli (nato a Siena nel 1980, vive e lavora a Casole D’Elsa), con l’installazione Water; Alessandra Bello (nata a Gemone del Friuli nel 1985, vive e lavora a Venezia) con la fotografia Sight’s blue sense; Fatima Bianchi (nata a Milano nel 1981, vive a Como) con la video installazione Oggi che è domenica, vi immagino tutti a casa e vi sono vicino; Martina Brugnara (nata a Alzano Lombardo nel 1993, vive e lavora a Nembro) con l’installazione Imposizione formale; Nicolò Bruno (nato a Milano nel 1989 dove vive e lavora) con l’opera pittorica Freilicht; Ivana Bukovac (nata in Serbia nel 1985, vive e lavora in provincia di Padova) con l’opera pittorica Behind the curtain; Mattia Campo Dall’Orto (nato a Trieste nel 1980, vive a Monfalcone) con il libro d’artista Once we were hope; Hugo Cardenas (nato a Bogotà in Colombia nel 1989, vive e lavora a Firenze) con il disegno Senza titolo; Michele D’Agostino (nato a Benevento nel 1988 dove vive e lavora) con la scultura Lontano anni luce?; Klodian Deda (nato in Albania nel 1984, vive e lavora a Milano) con l’installazione fotografica Free space; Irene Dionisio (nata a Torino nel 1986, dove vive e lavora) con il video Quel évenément imprévisible; Elisabetta Falanga (nata a Taormina nel 1986, vive e lavora a Monticelli Terme) con il video La Stanza di Elena; Francesco Fossati (nato a Carate Brianza nel 1985, vive e lavora a Macherio) con la fotografia Sometimes I think about Pyongyang; Roberta Garbagnati (nata a Garbagnate Milanese nel 1990, dove vive e lavora), con l’installazione Perimetrale; Giambrone Silvia (nata ad Agrigento nel 1981, vive e lavora a Roma) con la serie Collars; Fabrizio Monsellato (nato a Napoli nel 1988, dove vive e lavora) con la scultura Untitled#bedroom series; Emmanuele Panzarini (nato a Padova nel 1984, vive a lavora a Vigodarzene) con l’installazione Exit; Benedetta Pomini (nata a Milano nel 1987 dove vive e lavora) con la fotografia Kairos; Milton Blas Verano (nato a Buenos Aires nel 1984, vive e lavora a Cosenza) con la serie di dipinti Untitled serie e Elena Tortia (Torino, 1987), che è la vincitrice della VI edizione di Co.Co.Co. Como Contemporary Contest 2014, con la videoinstallazione In fondo lo sapeva composta da una doppia proiezione.

Le opere dei 20 artisti scelti saranno presentate in una mostra collettiva a Como nello spazio di S. Pietro in Atrio, dal 18 ottobre al 9 novembre (inaugurazione venerdì 17 ottobre alle 18).

CoCoCo Como Contemporary Contest installation view